CHIOGGIA – CONVEGNO TOPONOMASTICA FEMMINILE IN VENETO

toponomastica femminile convegno.jpg TOPONOMASTICA FEMMINILE  

qualcuno/a si chiederà: ma che cos’è sta roba qua? 

 

All’inizio del 2012 nasceva su Facebook, su iniziativa di Maria Pia Ercolini, un gruppo dal titolo ‘Toponomastica femminile’ “con l’idea di impostare ricerche, pubblicare dati e fare pressioni su ogni singolo territorio affinché strade, piazze, giardini e luoghi urbani in senso lato, siano dedicati alle donne per compensare l’evidente sessismo che caratterizza l’attuale odonomastica (branca della toponomastica)”.  

 

Si partiva così in maniera volontaria per chiedere ai comuni 3 dati essenziali:

Quante strade in totale?

Quante strade sono dedicate alle donne?

Quante agli uomini?

Vi potete facilmente immaginare qual era il risultato…

 

Sabato 23 novembre nella Sala Consiliare del Comune di Chioggia dalle ore 15.00 alle 19.30 presenteremo i censimenti del Veneto (quelli che le volontarie sono riuscite a fare) e ci sarà l’inaugurazione della mostra itinerante di Toponomastica femminile “Sulle vie della parità” con le foto di alcune delle vie italiane intitolate alle donne.

 

 

Per gli insegnanti sarà una bella occasione perché ci sarà anche Gigliola Corduas, presidente della Federazione Nazionale Insegnanti Scuola Media, con l’autorizzazione del MIUR all’esonero dal servizio. Ci sarà Maria Pia Ercolini, fondatrice del progetto di Toponomastica femminile, Nadia Filippini che ci parlerà di donne dimenticate nella storia e poi tanti altri interventi.

Simonetta Tregnago, presidente della commissione pari opportunità della Regione del Veneto, che ci patrocina l’evento, sarà con noi.

 

Ma non solo…, avremo un ricco programma che qui di seguito vi allego:

 

 

  

I° CONVEGNO  

TOPONOMASTICA FEMMINILE 

IN VENETO

 

 

 Sulle vie della parità in Veneto

 

Sala Consiliare del Comune di Chioggia 

 Sabato 23 novembre 2013 

orario 15,0019,30 

 

15.00  Saluto istituzionale

 

 

 

15,30  – I° SESSIONE – Presentazione del Progetto Toponomastica femminile 

Maria Pia Ercolini (Fondatrice e Coordinatrice Nazionale di “Toponomastica femminile”)

Presentazione del progetto nazionale Toponomastica femminile

Nadia Cario (Referente Regione Veneto di “Toponomastica femminile”) 

Sulle vie della parità: la presenza femminile nelle strade della Regione Veneto 

Pier Giorgio Tiozzo Gobetto (Direttore collana editoriale “Profilo di una comunità”)

Le calli di Chioggia: la calle è femminile, ma non troppo… 

 

16,30 –  II SESSIONE –  Storia delle donne.  Esempi di buone pratiche 

Nadia Filippini (Docente Università di Cà Foscari Venezia)

L’altra metà della storia. Il sapere dimenticato.

 

 

Giovanna Piaia (Assessora alle Politiche e cultura di genere del Comune di Ravenna) 

“Strada alle donne. Toponomastica femminile nel Comune di Ravenna”

 

 

Esempi di buone pratiche nella Regione Veneto

 

Coordina e modera: Giulia Penzo (Coreferente Regione Veneto di “Toponomastica femminile”)

 

 

Silvia Vianello (Assessora alle Pari opportunità Comune di Chioggia)

Simonetta Tregnago (Presidente Commissione per le Pari Opportunità Regione del Veneto) 

Tiziana Agostini (Assessora alla Toponomastica e alla Cittadinanza delle Donne del Comune di Venezia) 

Elena Tomat (Presidente Commissione per le Pari opportunità Provincia di Venezia) 

Stefania Barbieri (Consigliera Parità Provincia di Treviso) 

Anna Maria Barbierato (Consigliera Parità Provincia di Rovigo)

 

 

 

18,00  – III SESSIONE – Toponomastica femminile nella didattica. 

Gigliola Corduas (Presidente della Federazione nazionale Insegnanti Scuola Media, FNISM)

Toponomastica femminile nella didattica. Obiettivi e metodologie 

 

 

Gina Duse (Insegnante di Scuola Sec. I° grado) 

Prospettive per un percorso didattico di genere e buone pratiche nelle scuole.

 

 

19,10 – PRESENTAZIONE CONCORSO “Sulle vie della parità a Chioggia”

Valentina Agatea (Referente Comitato Donne di Chioggia)

 

 

– INGRESSO GRATUITO 

– esonero del servizio rilasciato dal MIUR

 

 

Vi aspettiamo in tant*!!!!!

TOPONOMASTICA FEMMINILE

50294_292710960778847_1029473637_n.jpgSu facebook è nato un gruppo dal nome TOPONOMASTICA FEMMINILE con l’idea di impostare ricerche, pubblicare dati e fare pressioni su ogni singolo territorio affinché strade, piazze, giardini e luoghi urbani in senso lato, siano dedicati alle donne per compensare l’evidente sessismo che caratterizza l’attuale odonomastica (branca della toponomastica).
Cartine al tornasole della misoginia ambientale, le targhe stradali d’ogni dove invitano alla riflessione.
Gli odonimi dei centri urbani, nell’Europa continentale, sono il risultato di scelte politiche e ideologiche ben chiare e consentono di leggere orientamenti e mode delle rispettive società.
Nell’Italia preunitaria prevalevano i riferimento ai santi, a mestieri e professioni esercitate sulle strade, e alle caratteristiche fisiche del luogo. In seguito, la necessità di cementare gli ideali nazionali, portò a ribattezzare strade e piazze dedicandole a protagonisti, uomini, del Risorgimento e in generale della patria; con l’avvento della Repubblica, si decise di cancellare le matrici di regime e di valorizzare fatti ed eroi, uomini, della Resistenza.
Ne deriva un immaginario collettivo di figure illustri esclusivamente maschili.
Il gruppo, fondato da Maria Pia Ercolini, che in pochi giorni è lievitato a ca. 1000 persone,  chiede che tutte le Giunte Comunali, sulla scia di qualche buona pratica in corso, correggano la palese discriminazione in atto.

Per questo, aderendo all’iniziativa abbiamo rilevato che a Chioggia ci sono 3 vie intitolate a donne importanti:

Calle E. Duse La grande attrice (http://it.wikipedia.org/wiki/Eleonora_Duse) è nata a Vigevano (sulla casa natale è stata messa una targa) da una famiglia di attori chioggiotti.

Vicolo Rosalba Carriera La famosa ritrattista nacque a Chioggia il 7 ottobre 1675

Calle Santa Caterina In questa calle sorgeva un Monastero di monache benedettine di costituzione cistercense, che venne fondato nel 1385 sul terreno donato da Pietro, figlio di Alvise Bon, alle monache di S. Caterina del Deserto, giunte a Chioggia a causa della guerra con i genovesi. A queste vennero unite nel 1387 anche le monache di S. Caterina «de ultra canale». http://www.archiviodistatovenezia.it/siasve/cgi-bin/pagina.pl?Tipo=ente&Chiave=769

Le vie in totale sono 471. Dedicate a uomini sono 85.

Come riferito da Tiziana Plebani, anche a Chioggia, secondo la tradizione veneziana sono sedimentati nel tessuto cittadino i luoghi monastici, compresi quelli femminili (ad es. Muneghette) come ancora è conservata la memoria delle ‘pizzocchere’, beghine e terziarie o degli istituti femminili (ad es. Zitelle).

SE NON ORA QUANDO? – CHIOGGIA

DOMENICA 13 FEBBRAIO GIORNATA DI MOBILITAZIONE NAZIONALE DELLE DONNE

SE NON ORA QUANDO?

 

se-non-ora-quando-13-febbraio-2011-300x299.jpg

Noi chiediamo a tutte le donne, senza alcuna distinzione, di difendere il valore della loro, della nostra dignità e diciamo agli uomini: se non ora, quando? è il tempo di dimostrare amicizia verso le donne.

L’APPUNTAMENTO E’ PER IL 13 FEBBRAIO a CHIOGGIA
DALLE 16.00 ALLE 18.00


SAREMO DAVANTI A S. ANDREA IN CORSO DEL POPOLO A CHIOGGIA, CON UN NOSTRO SIT-IN,
PORTIAMO CON NOI QUALCOSA DI “ROSA”!

 

DATE LA VOSTRA ADESIONE ALL’EVENTO SULLA PAGINA FACEBOOK:

SE NON ORA QUANDO? – CHIOGGIA

http://www.facebook.com/event.php?eid=166852810029238

 

CI SARÀ ANCHE UN FLASH MOB SPETTACOLARE!!!

SULLE NOTE DI ARETHA FRANKLIN…

IO DONNA, IO PERSONA!!!


FLASH MOB dal titolo “IO DONNA IO PERSONA”: alle 16.30 balliamo tutte insieme sulle note di “Think”(Aretha Franklin) in PIAZZA S. ANDREA a CHIOGGIA, in corso del popolo, per manifestare il nostro dissenso.
QUI TUTTE LE ISTRUZIONI:
http://www.facebook.com/event.php?eid=162097457173546

Qui sotto ci sono i LINK DEI VIDEO IN CUI SONO SPIEGATI I PASSI DELLA COREOGRAFIA. Sono semplici proprio per permettere a tutti di potersi cimentare in questa impresa.

VIDEO SPIEGAZIONE COREOGRAFIA(PARTE PRIMA): http://www.youtube.com/watch?v=3p8Kmt9Xsh8

VIDEO SPIEGAZIONE COREOGRAFIA (PARTE SECONDA):
http://www.youtube.com/watch?v=VR0-US6j9x8

VIDEO COREOGRAFIA CON LA MUSICA:
http://www.youtube.com/watch?v=Gfb8LygfSfI

 

COMITATO DONNE SU RADIO CLODIA

logo.png

 

Giulia Penzo, Valentina Agatea del Comitato Donne di Chioggia e il consulente legale Tiziano Boscolo insieme a  Silvano Cattin, saranno presenti OGNI MARTEDì dalle ore 11.30 alle ore 12.30 a Radio Clodia  – frequenza 103.6 su radio;

oppure per ascoltarci andate nel sito e cliccate ONAIR e per comunicare con noi inviate un SMS al numero 333 6355451;

Telefono : 041 40 50 45

 

Ogni martedì  si parlerà di un argomento di attualità e di quello che accade a Chioggia.

Durante l’intera durata della trasmissione tutte le persone interessate potranno intervenire sugli argomenti trattati, con Giulia, Valentina e Tiziano che cercheranno di rispondere e dialogare con quanti volessero portare il loro contributo alla discussione.

INTERVISTA AL SINDACO ROMANO TIOZZO SUL NUCLEARE

FONTE dell’articolo: L’OCCIDENTALE
Il ritorno del nucleare/ 13

“Siamo pronti a valutare l’ipotesi di una centrale nucleare a Chioggia”

intervista a Romano Tiozzo di

Roberto Santoro

6 Agosto 2009

cn-garona.jpg

Le centrali nucleari si faranno ma non si sa ancora dove. Esiste una lista di siti potenziali che comprende anche Chioggia, in Veneto, una delle regioni che sembrano più propense ad ospitare i nuovi impianti. Ne parliamo con il sindaco Romano Tiozzo (Pdl).

Sindaco Tiozzo, che opinione si è fatto del piano di rinascimento nucleare italiano e della posizione del governatore Galan?

Non sono pregiudizialmente contro il nucleare. E’ chiaro che le tecnologie stanno facendo grossi passi avanti ma il punto sono gli aspetti relativi alla sicurezza. Le nuove centrali dovrebbero essere assolutamente compatibili con la fragilità del nostro territorio.

E’ un discorso che vale per ogni città italiana. Non aggiunge altro?

Se penso che ad appena un centinaio di chilometri di distanza da Chioggia, in Slovenia, ci sono centrali di seconda generazione – come quella di Chernobyl – devo ammettere che dovrei preoccuparmi più di questa situazione che del pregiudizio tutto italiano sul nucleare.

Quindi è possibilista

Di fronte a proposte concrete i territori come il nostro decideranno cosa fare.

Circola una lista potenziale di nuovi siti per le centrali e nell’elenco c’è anche il suo comune

E’ vero, lo confermo. Ma di fronte a un’evenienza del genere dovremo ragionare molto seriamente. Lo faremo nel momento in cui ci troveremo ad affrontare il problema.

Chioggia si candida ufficialmente?

Ripeto: non sono pregiudizialmente contro. Valuto ogni opzione e quando capiremo che benefici ci sono, e che i punti forza sono maggiori di quelli di debolezza, solo allora – aprendo un confronto con i cittadini e con il territorio – prenderemo le decisioni necessarie.

Non ha avuto nessun tipo di incontro in proposito?

Per il momento girano solo molte chiacchiere. Però dico che se le chiacchiere diventassero misure concrete allora le valuteremo altrettanto concretamente.

Il governo Berlusconi non ha abbandonato le rinnovabili e le fonti di energia alternative. Che strada sta seguendo Chioggia?

Siamo impegnati in un mix di iniziative per raggiungere l’autosufficienza energetica. La nostra azione tende a favorire e a offrire incentivi sia alla messa in funzione dei pannelli solari che all’eolico – sia da parte del pubblico che del privato.

Entrando più nel dettaglio?

Avendo un porto siamo in una fase abbastanza avanzata di realizzazione di una centrale a biomasse, usando l’olio di palma. E avendo un cono di confluenza tra i fiumi Brenta ed Adige, che ci avvantaggia rispetto al vento, ci sono anche un paio di progetti per utilizzare l’eolico, con una tecnologia innovativa e a basso impatto ambientale.

Quali ricadute prevede sull’occupazione?

Ce ne saranno sulla impiantistica, logicamente, anche perché l’installazione di queste strutture dovrebbe avvenire con tecnologie di facile utilizzo. Significa più occasioni di lavoro per la mia città.

PIZZA IN…FAMIGLIA

CHE BELLO…!!!!

 

cabana01.jpg

 

GRANDE PIZZATA IN COMPAGNIA DI TUTTE LE CORSISTE DEL NIDO FAMIGLIAGIULIA (IO) E VALENTINA DEL COMITATO DONNE DI CHIOGGIA E L’ASSESSORE ALLE PARI OPPORTUNITA’ DEL COMUNE DI CHIOGGIA MARIA GRAZIA MARANGON.

 

SONO STATI CONSEGNATI TUTTI GLI ATTESTATI DI FREQUENZA AI 22 CORSIST* CON LA QUALIFICA DI COLLABORATORE EDUCATIVO RILASCIATA DALLA REGIONE DEL VENETO DOPO IL CORSO A CHIOGGIA NIDO IN FAMIGLIA

 

UN GRAZIE A TUTTI PER LA BELLA SERATA,

ABBIAMO CREATO UN BEL GRUPPO DI DONNE!

 e a settembre partenza di 3 nidi in famiglia a Chioggia…

 

 

P.S. Giulia ha perso un sandalo col tacco e i lacci , chi lo trovasse…

 

 

 

 

 

 

Il mio ex mi picchiava, voglio una casa lontana da lui

Come Comitato Donne di Chioggia più volte abbiamo sostenuto la necessità di un servizio all’interno della città in cui le donne possano ritrovare uno spazio d’ascolto e che tale servizio possa prendersi in carico la persona dal punto di vista globale, altrimenti si possono verificare casi in cui la risposta alla persona viene data in maniera settoriale e parziale proprio come è successo alla signora che ha segnalato al Gazzettino la sua esperienza e che qui sotto riportiamo.

L’Assessore alle Pari Opportunità Maria Grazia Marangon nell’ultimo convegno di presentazione del volantino multilingue contro la violenza ci ha dato la disponibilità, confermata anche in altre occasioni, di darci una mano per l’apertura di un Telefono donna, che sarebbe il primo passo verso la costituzione di questo servizio e ci aspettiamo un aiuto e la stessa sensibilità anche da parte dell’Assessorato ai servizi sociali.

Se veramente vogliamo aiutare la famiglia, aiutiamola proprio a partire da quella che è la lotta contro la violenza che spesso si annida nella famiglia colpendo le persone più deboli.

 

 

 

fonte: Il Gazzettino di Venezia 

L’APPELLO DI UNA DONNA ASSEGNATARIA DI UN ALLOGGIO PUBBLICO

«Il mio ex mi picchiava, voglio una casa lontana da lui»

Sabato 17 Gennaio 2009,
Chioggia
      «Una casa distante dall’ex convivente che mi picchiava». Questo chiede Silvia Sfriso, una donna chioggiotta con gravi difficoltà sociali che ha chiesto aiuto all’associazione “Asso” guidata da Valentina Agatea. La donna per anni ha vissuto con un uomo che la maltrattava all’interno di una casa in via Busiola Sud, a Ca’ Lino, abitazione data in affitto all’uomo dal Consorzio di bonifica Delta Po-Adige presso cui lavora. Con il passare del tempo la situazione è diventata sempre più insostenibile, tanto che ora la donna, nelle ore in cui l’ex compagno si trova nell’abitazione (dalle 8 alle 17), è costretta a vagabondare per la città senza meta per evitare di incrociarlo e di mettere a rischio la propria incolumità. Da anni Silvia Sfriso è in lista per avere una casa comunale e l’alloggio la settimana scorsa finalmente è arrivato: un appartamento in via Alga, a Sottomarina. Una bella notizia se non fosse per il fatto che l’abitazione in questione dista pochi metri in linea d’aria dalle zone frequentate dall’ex convivente. per leggere tutto clicca QUI

UN MUSICISTA CHIOGGIOTTO A X-FACTOR

m_ece528e0e9fc449aa61a82eb735a7700.jpgUn nostro concittadino passa il casting ad X-Factor:

trovate nel suo sito tutta la sua storia e il curriculum che, ragazz*, è proprio lunghissimo: 

CRONOSTORY: 1995 – comincia a suonare il basso 1997 – entra nei Relik in veste di bassista e l’esordio fu da gruppo spalla ai Mau- Mau e facendo concerti nella zona di Chioggia fino a sporgersi fino in Friuli 1998 – apre la mente a varie situazioni satellite ai Relik 1998 – comincia a scrivere e mettere in cassetto le sue prime canzoni 2000 – lascia i Relik e fonda i Thumar, Gruppo crossover NewMetal in cui suona la chitarra 2001 – entra nei Revolution come bassista e successivamente anche contrabbassista 2001 – comincia la registrazione coi Revolution di un disco 2002 – entra nel J24 gospel Choir in qualità di corista-solista 2002 – conosce e segue un corso di Elio Lazzarin, famoso insegnante e poli-strumentista il quale diventa fin da subito suo secondo mentore musicale 2003 – conosce il m° Luca Pitteri e comincia il suo anno di prove per entrare nel coro diretto dallo stesso maestro, il Venice Gospel Ensemble 2003 – comincia la sua esperienza come fonico e tecnico audio live 2003 …

Mi fermo qua, non basta un post, se volete andate a visitare il suo sito dove troverete anche i suoi provini a X-Factor.

 

 

Un abbraccio ad Enrico Nordio, dicendo che TIFIAMO PER TE! E VINCA IL MIGLIORE!

APPELLO DA ASSOCIAZIONE INSIEME ARTE

Ecco un appello da parte dell’Associazione Insieme Arte per difendere il verde a Chioggia:

Care amiche, cari amici,
vi scriviamo preoccupate per il continuo indiscriminato abbattimento
di alberi che sta desertificando il nostro territorio. Gli amministratori e
alcuni dirigentiti comunali si mostrano insensibili di fronte a un problema
gravissimo che impoverisce tutti noi di bellezza, degrada la nostra città,
mette a rischio la nostra stessa salute.
Stentiamo a credere che non ci si renda conto di come il verde sia una delle
principali attrattive di ogni località turistica, chiesto esplicitamente dai
villeggianti, e di quanto Sottomarina abbia da perdere dalla mancanza degli
alberi e della loro ombra.
Ci dicono che gli alberi verranno ripiantati, in realtà spesso al loro posto
si prevedono cespugli e aiuole, e comunque nel frattempo per anni godremo,
si fa per dire, di stenti  e arbustelli.
Piazza Todaro è una distesa di cemento; il Sagraeto  è stato trasformato in
una superficie piatta e triste, cimiteriale, dicono in molti; in Viale
Venezia sono stati sradicati tigli bellissimi, in Viale Trieste pochi giorni
fa ci si è ancora accaniti contro i suoi stupendi pini; pare che anche gli
alberi di Via San marco stiano per fare la stessa fine.
Abbiamo molto scritto e protestato per tanto scempio, ma dobbiamo essere in
molre/i, perciò vi invitiamo a mandare mail di protesta agli indirizzi
scritti di seguito. Potete scrivere ciò che desiderate o anche solo qualche
slogan, tipo:
Gli alberi sono vita, bellezza, ristoro, bene prezioso della città e di chi
la abita: proteggeteli e curateli! Nessuno abbatta più alberi!
mail.
sindaco@chioggia.org
gianpaolo.convento@chioggia.org   (assessore all’Ambiente)
nicola.boscolo@chioggia.org           (assessore alla Cultura)
giuseppe.lisetto@chioggia.org         (dirigente dei LLPP)

Spero vorrete aderire all’appello e girarlo a tutte le persone che
conoscete.
Grazie. Arrivederci.
Insieme Arte – Amare
Chioggia

CHIOGGIOTTE E CHIOGGIOTTI NELL’ARTE

Chioggia è una città che reca in sé il talento letterario.

Segnaliamo a riguardo tre eventi particolarmente interessanti.

Venerdì 24 ottobre 2008 alle ore 21.15 all’Auditorium in calle San Nicolò a Chioggia si terrà un Recital per voci e suoni tratto dai testi di Mery Nordio (http://www.merynordio.blogspot.com/) che presenterà nell’occasione il suo libro di poesie.

[come+segmenti.jpg]